Mansionario dell’infermiere professionale

D.P.R. 225 DEL 14 MARZO 1974

Abrogato e sostituito dal DECRETO 14 settembre 1994, n. 739

 


Modifiche al regio decreto 2 Maggio 1940, n. 310 sulle mansioni degli infermieri professionali.

Art. 1
Le attribuzioni di carattere organizzativo ed amministrativo degli infermieri professionali sono le seguenti:

·        programmazione di propri piani di lavoro e di quelli del personale alle proprie dipendenze, loro presentazione ai superiori e successiva attuazione;

·        annotazione sulle schede cliniche degli abituali rilievi di competenza (temperatura, polso, respiro, pressione, secreti, escreti) e conservazione di tutta la documentazione clinica sino al momento della consegna agli archivi centrali: registrazione su apposito diario delle prescrizioni mediche, delle consegne e delle osservazioni eseguite durante il servizio;

·        richiesta ordinaria e urgente di interventi medici e di altro personale a seconda delle esigenze sanitarie, sociali e spirituali degli assistiti;

·        compilazione dei dati sul movimento degli assistiti e collaborazione alla raccolta ed elaborazione di dati statistici relativi al servizio;

·        tenuta e compilazione dei registri e dei moduli di uso corrente;

·        registrazioni del carico e scarico dei medicinali, dei disinfettanti, dei veleni e degli stupefacenti; loro custodia e sorveglianza sulla distribuzione. Custodia delle apparecchiature e delle dotazioni di reparto;

·        controllo della pulizia, ventilazione, illuminazione e riscaldamento di tutti i locali del reparto;

·        sorveglianza sulle attività dei malati affinché le stesse si attuino secondo le norme di convivenza prescritte dai regolamenti interni.

Gli infermieri professionali sono inoltre tenuti:

·        a partecipare alle riunioni periodiche di gruppo ed alle ricerche sulle tecniche e sui tempi dell'assistenza;

·        a promuovere tutte le iniziative di competenza per soddisfare le esigenze psicologiche del malato e per mantenere un clima di buone relazioni umane con i pazienti e le loro famiglie;

·        ad eseguire ogni altro compito inerente alle loro funzioni.

Art. 2
Le attribuzioni assistenziali dirette ed indirette degli infermieri professionali sono le seguenti:

·        assistenza completa all'infermo;

·        somministrazione dei medicinali prescritti ed esecuzione dei trattamenti speciali curativi ordinati dal medico;

·        sorveglianza e somministrazione delle diete;

·        assistenza al medico nelle varie attività di reparto e di sala operatoria;

·        rilevamento delle condizioni generali del paziente, del polso, della temperatura, della pressione arteriosa e della frequenza respiratoria;

·        effettuazione degli esami di laboratorio piú semplici;

·        raccolta, conservazione ed invio in laboratorio del materiale per le ricerche diagnostiche;

·        disinfezione e sterilizzazione del materiale per l'assistenza diretta del malato;

·        opera di educazione sanitaria del paziente e dei suoi familiari;

·        opera di orientamento e di istruzione nei confronti del personale generico, degli allievi e del personale esecutivo;

·        interventi di urgenza (respirazione artificiale, ossigenoterapia, massaggio cardiaco esterno, manovre emostatiche) seguiti da immediata richiesta di intervento medico;

·        somministrazione dei medicinali prescritti ed esecuzione dei seguenti trattamenti diagnostici e curativi ordinati dal medico:
a) prelievo capillare e venoso del sangue;
b) iniezioni ipodermiche, intramuscolari e test allergodiagnostici;
c) ipodermoclisi;
d) vaccinazioni per via orale, per via intramuscolare e percutanee;
e) rettoclisi;
f) frizioni, impacchi, massaggi, ginnastica medica;
g) applicazioni elettriche piú semplici, esecuzione di E.C.G., E.E.G. e similari;
h) medicazioni e bendaggi;
i) clisteri evacuanti, medicamentosi e nutritivi;
l) lavande vaginali;
m) cateterismo nella donna;
n) cateterismo nell'uomo con cateteri molli;
o) sondaggio gastrico e duodenale a scopo diagnostico;
p) lavanda gastrica;
q) bagni terapeutici e medicati;
r) prelevamento di secrezioni ed escrezioni a scopo diagnostico, prelevamento dei tamponi;

Le prestazioni di cui ai punti d), g), n), o), p) debbono essere eseguite su prescrizione e sotto controllo medico.
È consentita agli infermieri professionali la pratica delle iniezioni endovenose. Tale attività potrà essere svolta dagli infermieri professionali soltanto nell'ambito di organizzazioni ospedaliere o cliniche universitarie e sotto indicazione specifica del medico responsabile del reparto.